top of page

L'AFFASCINO E LA PAURA: non é vero ma ci credo!

Sud e... Magia Popolare?

Per scaramanzia...continuate a leggere... :-)


A Matera, dove sono nata ed in generale ne Sud Italia, insieme alle credenze "ufficiali", alla religiosità codificata ed accettata, fatta di celebrazioni e preghiere, esistono i RITI DI TRADIZIONE POPOLARE.

Tra questi i più seducenti sono "L' AFFOSCJN e L' ASSRIMM" (l'affascino e la paura).

Queste tecniche, frutto della tradizione e dell'immaginario collettivo, venivano svolte da figure bene precise ed esperte, solitamente persone anziane, a cui erano state precedentemente tramandate. Venivano eseguite da seduti o in piedi: l'anziano, posato lateralmente rispetto al soggetto interessato, poneva la mano sulla fronte e lo stomaco della persona e recitava delle frasi. Durante questo tipo di pratiche, sia il praticante, sia l'altra persona erano soliti sbadigliare (lo sbadiglio era sintomo del rilascio delle energie negative).


L'AFFOSCJN/L'AFFASCINO:


Sull'etimologia del termine ci rifacciamo al latino fascinum che non si riferisce al moderno "fascino", ma si traduce con "malia", "stregoneria" e dunque, fin dai primi usi accertati del termine nel '400, quando al sud diciamo che una persona ti ha fatto l'affascino, non vogliamo dire che hai subito la bellezza e l'eleganza altrui, ma che ti é stato fatto il malocchio!

L'affascino allora, parlando praticamente, puo' manifestarsi in molteplici maniere: alcuni avvertono mal di testa violenti, altri mal di pancia, vertigini, stanchezza improvvisa, mancamenti o qualsiasi altro sintomo che compare senza una particolare causa logica.

L'affascino é un rito teatrale, ancestrale, traducibile con la parola INVIDIA.



L'ASSRIMM/LA PAURA:


Si tratta di un rito per eliminare la paura, in seguito ad un evento imprevisto: una caduta, incidente, aggressione, decesso improvviso o circostanze più comuni come il semplice abbaiare di un cane. I sintomi e la pratica sono simili a quelli dell'affascino, cambiano tuttavia le frasi del rituale.



Questi riti della tradizione popolare, coloriti e conditi da superstizione, non sono altro che dei precursori delle moderne tecniche che oggi utilizziamo ed impariamo per rilassarci, superare stress, paure e malesseri.

Durante questo periodo natalizio ho cercato di comprendere, conoscere, interessarmi... un po' per curiosità, un po' per la voglia di tramandare le tradizioni del mio paese.

Nonostante la semplicità di queste pratiche, posso affermare che l'effetto é sorprendente!

Ho perciò deciso di trasformare questi riti e formule popolari in PROTOCOLLI DI RADIESTESIA, per amplificarne gli effetti e modernizzarli.

Per altre info non esitate a scrivermi...



Matera, Basilicata


"Essere superstiziosi é da ignoranti, non esserlo porta male"

Eduardo De Filippo



Opmerkingen


bottom of page